Sedi

L’UNITALSI di Monza è fortemente radicata sul territorio brianteo grazie a un’estesa rete di gruppi che la rendono in grado di essere presente in maniera significativa ovunque l’esigenza lo richieda. Nello specifico essa declina la sua presenza in varie proposte ed attività. In primo luogo, di centrale importanza, sono visite e pellegrinaggi nei Santuari Mariani quali Lourdes, Loreto, Caravaggio, presso cui solidarietà e scambio reciproco permettono un’intensa esperienza di fede. Inoltre l’associazione promuove servizi di assistenza vari e differenziati a seconda delle necessità riscontrate nelle tante e piccole realtà. Ogni gruppo propone un ventaglio di attività differenti a seconda delle proprie risorse e delle richieste da soddisfare. Qui puoi trovare il gruppo a te più vicino e metterti in contatto con il responsabile.
0
Eventi in
programma

Carate Brianza

Nel 1934 alcuni consiglieri del comitato Lourdiano, dopo alcune esperienze e dopo varie iniziative realizzate a favore degli ammalati, si radunano in casa parrocchiale guidati dal Prevosto Mons Luigi Crippa e decidono di costituire l’ Unitalsi nella nostra comunità. La presidenza del gruppo Lourdiano di Monza, informata delle attività svolte in parrocchia e della decisione avvenuta in breve tempo fa pervenire a a Mons Crippa il riconoscimento ufficiale scrivendo: La Presidenza del gruppo Lourdiano Monzese, saluta con soddisfazione questo crescendo meraviglioso destinato a segnare nella vita parrocchiale di Carate una nuova formula di apostolato benefico verso coloro che soffrono nel corpo e nell’anima.

Il gruppo Unitalsi era destinato a progredire  e negli anni che seguono si consolida sempre più partecipando annualmente al pellegrinaggio ed assistendo i malati in paese. Con l’avvento dell’ultima guerra mondiale risultò impossibile mantenere attivi i pellegrinaggi al Santuario di Lourdes. Si decise pertanto di organizzare pellegrinaggi a Caravaggio e a Loreto, senza tralasciare le feste Lourdiane in Paese, dando un grande risalto al giorno dell’Apparizione “11 Febbraio” . Nel 1960 don Marino Colombo, divenuto Prevosto, mira a rinnovare il volto delle varie associazioni presenti in Parrocchia e sollecita ad una vita più fervorosa e più attiva anche per l’Unitalsi. Si pensò poi alla Pasqua del malato e dell’anziano per la prima volta fu celebrata in chiesa prepositurale il 1° maggio 1962. E’ una tradizione che continua tutt’ora. Negli anni 70 poi, con don Giovanni Saldarini, pellegrinaggi in Terra Santa. Il pellegrinaggio, vera scuola per imparare ad assistere gli ammalati ci ha invogliati a prestare una particolare attenzione ai disabili ed ai loro genitori. Non dimentichiamo che questa iniziativa si è ben sviluppata per merito di Don Sandro Bianchi resosi disponibile come assistente dell’Unitalsi. Ci si è cosi organizzati ed ancora oggi la dedizione verso persone disabili è molto attiva. Le iniziative che ogni anno il gruppo promuove sono solo frammenti sia di storia che di vissuto e intendono lasciare una piccola testimonianza dello spirito che anima coloro che si impegnano dedicando il loro tempo per gli altri nel gruppo dell’Unitalsi. Nel solco tracciato di chi ci ha preceduto – per tutti ricordiamo Pietro Villa e Dino Sirtori – ci auguriamo che questa nostra storia non sia come il seme che cade in terra arida ma sia fermento nella nostra comunità, così che tutti coloro che hanno buona volontà, sappiano farne un grande tesoro da donare ai più poveri dei poveri che sono gli ammalati. 

Via Caprotti, Carate Brianza (MB)
3382133432
Emilio Cesana